A A A
Classicteam il sogno si fa strada

lista ^
 
17 Settembre 2010


Si sentono "giovani di belle speranze" alla guida di "mitiche auto d'altri tempi". La passione li accomuna. Quella passione che si alimenta gara dopo gara, esperienza dopo esperienza. Gruppo di amici che decide di formalizzare tanto entusiasmo. Nasce così il Classicteam. Più che una squadra o una scuderia si può definire un cavallo pronto a scatenare la propria forza ... nonostante gli anni.

Sì, perché l'automobilismo sportivo d'epoca è una malattia contagiosa. Uno slancio che non si ferma. Anzi, si rinvigorisce sempre più. Corrado Corneliani è il capo cordata. Ha cominciato alcuni anni fa a sentire battere il cuore per vetture che sono il frutto di altissimo artigianato e di raffinata tecnologia. "Tutto parte da una Jaguar XK 120 - confessa Corneliani - che ho acquistato dopo una lunga e meticolosa indagine. Poco per volta ho partecipato alle gare e sono arrivati anche i risultati. Ora sono riuscito a mettere insieme alcuni amici che condividono tale passione. Ed ecco il  Classicteam".

Un club sportivo iscritto a CSAI e CONI che punta in alto. Le corse di regolarità per auto storiche sono il momento del confronto.

"Questo impegno - aggiunge Corneliani - è sostenuto da alcune considerazione essenziali. Che sono: amicizia, stile, classe e mantovanità. Abbiamo scelto i colori sociali bianco e rosso quale omaggio alla nostra città, cui abbiamo aggiunto il blu che rappresenta la classe". Eppure il presidente Corneliani ha al proprio fianco quale vice e segretario e quale vice e direttore sportivo un genovese e un toscano, Marco Gandino e Ottaviano Checchi...

"Ma loro si considerano mantovani acquisiti" specifica. Per tenere a battesimo questo grintoso e altresì raffinato Classicteam non poteva mancare il gran galà. Cornice ideale quella della Villa di Bagno a Bancole.
Scrosci di pioggia beneauguranti, cena raffinata per numerosi ospiti e autorità, immagini proiettate sulla facciata dello splendido edificio, fuochi nel parco per "illuminare" la sorpresa: una Fiat Torpedo 520 del 1928 che ha partecipato alle ultime due edizioni della Mille Miglia. Acquisto che la scuderia ha effettuato nei giorni scorsi e che rappresenta il simbolo della storia delle quattro ruote.

Dalle parole ai fatti. Sei equipaggi del Classicteam, infatti, entrano subito in scena nel Gran Premio Nuvolari in programma dal 17 al 19 settembre. Sono equipaggi, tra piloti e navigatori, che vantano una lunga striscia di partecipazioni "singolarmente" nelle varie competizioni. Tra loro oltre ai vari Lui, Mezzadri, Mozzi, Grossi, anche gentili signore. Alcuni di questi equipaggi hanno conquistato successi ai campionati italiani e alle più importanti gare. Ora, pur nel rispetto del valore di appartenenza al Club, ciascuno di loro tenterà di aggiudicarsi il GP Nuvolari XX edizione.

A coronamento di un sogno che si realizza, l'azienda Corneliani ha creato una speciale linea di abbigliamento, mentre la prestigiosa Eberhard & Co. - da sempre sponsor del GP mantovano - ha realizzato un modello speciale dell'orologio Nuvolari per i componenti del team. Nell'occasione del galà l'amministratore delegato Mario Peserico ha presentato anche il nuovo modello Nuvolari Grand Prix.
La Cronaca di Mantova 17 settembre 2010



News e Comunicati
precedente: Bagno di folla per il 20° Gp. Nuvolari
successivo: "Nuvolari", 20 anni di passione




Internet partner: Sigla.com
[www.sigla.com]